Il Petroliere

20 05 2008

19/05/2008, ore 21:50 circa, dopo essere tornato a casa da una giornata sfibrante trovo Giorgio Toni alias: “il direttore” a casa mia….lui dice per vedere un film, ma sono convinto di ben altro!

Dopo avere aspettato pochi minuti arriva anche il 3° addendo senza il quale il risultato spesso cambia. Dopo il consueto assalto alla mia cucina e aver deliziato i miei ospiti con delle patatine fritte e delle crepes sia salate che con nutella preparate dalla buona Wuanda (così imparate a non prendere parte al nostro progetto) si è passati alla proiezione del film in programma che è, come avrete intuito, il petroliere (non so perchè mi applico tanto a scrivere su questo blog, tanto alla fine lo legge solo giorgio e a volte serena, comunque è un buon esercizio che sviluppa la corteccia prefrontale….occhiali occhiali!)

Il film è stato molto bello, la prima parola l’abbiamo udita più o meno al 25°del primo tempo, per il resto sembrava di vedere il sequel di “anche le colline hanno gli occhi” (solo chi è stato un assiduo frequentatore del cineforum può capire, altrimenti scorrete il blog e capirete) solo deserto e picconi.

Lasciando stare le solite chiacchiere sulla fotografia e compagnia bella, il film è proprio bello anche se non sono riuscito determinare con chiarezza lo spirito del protagonista, è un cinico uomo d’affari o è solo un uomo che ama il suo lavoro e lo fa con passione? Molto bello il duello nel tempo con il pastore della chiesa della 3° rivelazione, sadico e acuto.

Alla Fine impazzisce e uccide il prete con un birillo da bowling, ciao Senny!

Annunci




Incantesimo napoletano, ma anche Iron man

15 05 2008

Lunedì al cineforum c’eravamo io e il nostro buon Gepo, reduce da un intervento chirurgico per la riduzione della paposcia. Dopo aver svuotato interamente il frigorifero di Gepo ed essermi guadagnato così il soprannome di “locusta”, abbiamo visto incantesimo napoletano, perchè la codirettrice ci aveva detto cosa non vedere.

Il film ha una bella regia, ma soprattutto una bella fotografia. Bella la narrazione corale come il coro greco nelle tragedie, che affianca quella  della protagonista. Molto belli anche i set utilizzati, soprattutto gli esterni. Ottimi gli attori, su tutti Marina Confalone. Purtroppo devo dire che il ritmo del film risente un pò della narrazione, soprattutto nella seconda metà, e il film si fa più pesante. La storia assume un sapore amaro, abbastanza diverso dall’inizio del film, e il finale pare non chiudere il cerchio. Non mi sono piaciute le musiche. Ed essendo in pochi non ho manco fatto il dolce.

Una nota a proposito di Iron man che abbiamo visto domenica. Il film è massiccissimo! Ovviamente giuardatelo come “fumettone”, ma devo dire uno dei migliori del suo genere. Più di tutto ho apprezzato, in ordine:

  1. l’ironia del personaggio (dopotutto si chiama Iron man)
  2. R. Downey jr.
  3. il buon uso (o forse il mancato abuso) di effetti speciali

Aggiungo infine auguri di pronta guarigione a Gepo e alla sua parete addominale.

salut

il direttore